Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty Images)

NEWS MILANMarco Fassone stamattina ha incontrato l’UEFA a Nyon per discutere del rientro del club nei parametri del Fair Play Finanziario e dell’entrata futura nel regime del settlement agreement con annesse sanzioni.

Un vertice positivo, stando alle dichiarazioni dell’amministratore delegato del Milan, che è fiducioso sulla decisione finale che verso fine maggio verrà presa dalla commissione. Sono attese una multa economica e delle limitazioni specifiche. Niente di troppo restringente, però. Bisognerà attendere e poi valutare.

Fassone di fronte all’UEFA ha anche presentato una lettera di Elliott Management Corporation, fondo americano creditore del Milan e della controllante Rossoneri Lux. Ai microfoni di Sky Sport ha così commentato questo aneddoto: “E’ una cosa al di fuori delle regole tradizionali. Siccome il Milan ha un finanziamento in essere con una scadenza ravvicinata, abbiamo ritenuto opportuno presentare loro una lettera da parte del finanziatore del club che ribadisce la sua vicinanza, il suo committment, il suo supporto al club in qualunque evento, da scongiurare, anche remoto di default. È stato fatto per dare sicurezza a loro così come era stato fatto con i revisori dei conti in occasione della semestrale. Una tranquillità che nulla può succedere alle finanze del Milan, in qualunque e deprecabile circostanza”.

E a proposito di Elliott, la società rossonera è impegnata del rifinanziamento del debito da 303 milioni di euro più interessi da restituire entro ottobre 2018. Sull’argomento Fassone spiega: “Abbiamo parlato anche di questo. Li abbiamo rassicurati sulle tempistiche e sulle trattative che stiamo portando avanti. Ho già detto più volte che il finanziamento potrebbe essere puro, ma anche che ci possa essere qualche socio che entri in società. Da dove arriverà, se arriverà, non lo so. Sono cose che riguardano l’azionista. Alla Uefa abbiamo dato la visione più completa possibile di quello che il Milan ha in procnito ed è in procinto di fare”.

Sempre sul tema del rifinanziamento, il massimo dirigente del Milan ha aggiunto altre parole importanti oggi: “Abbiamo tre proposte sul tavolo. Siamo alla ricerca della soluzione migliore per il Milan e per la holding. Non voglio più fare previsioni, però ci stiamo lavorando tanto e mi auguro di risolverla il prima possibile e di toglierla dal tavolo”.

 

Redazione MilanLive.it