Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una statistica che rende ancora più visibile la difficoltà del Milan di andare a segno durante la stagione in corso: nessun attaccante rossonero è arrivato in doppia cifra.

Nonostante gli esborsi da 63 milioni totali per Nikola Kalinic e André Silva, la squadra di Gattuso non è riuscita a mettersi in casa un centravanti capace di garantire almeno 12-15 gol a stagione. Lo dicono i numeri segnalati oggi dal Corriere della Sera, visto che il miglior marcatore in Serie A al momento resta Patrick Cutrone, a quota 7 reti, seguito dai 6 centri di Suso e di Bonaventura, due calciatori per così dire meno abituati ad andare a segno. Insomma, l’attacco del Milan latita e scarseggia.

Un record negativo quello stagionale per i rossoneri, visto che bisogna tornare indietro di 32 anni per trovare un Milan senza attaccanti in doppia cifra: era la stagione 1985-1986 quando la squadra allora guidata da Nils Liedholm, nonostante avesse in rosa centravanti di spicco come Pietro Paolo Virdis o Paolo Rossi, si dovette accontentare delle sole 8 reti di Mark Hateley come miglior bottino individuale realizzativo. Il rischio per questa stagione è lo stesso, a meno che il baby Cutrone nelle ultime cinque gare di campionato non torni a segnare con continuità e riesca a raggiungere quanto meno le 10 marcature.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it