Bernard
Bernard (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Non c’è due senza tre, avrà pensato il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli fiutando l’ennesimo colpo a parametro zero di lusso in vista della prossima stagione.

L’uomo-mercato del Milan già da qualche mese ha bloccato due calciatori in scadenza di contratto come Pepe Reina e Ivan Strinic, mentre nelle ultime settimane aveva messo gli occhi e le mani su Bernard, fantasista brasiliano (con passaporto comunitario) in forza allo Shakhtar Donetsk, ma sicuro partente a costo zero al termine della stagione attualmente in corso.

Calciomercato Milan, sfuma Bernard: ordini dalla Cina

Ma secondo la Gazzetta dello Sport di oggi l’affare Bernard nelle ultimissime ore è stato prima ad un passo dal concludersi positivamente, poi addirittura a sfumare definitivamente. Pare infatti che Mirabelli avesse trovato un principio di accordo per accogliere il numero 10 dello Shakhtar a partire da giugno prossimo, come possibile alternativa di qualità a Suso e Calhanoglu nel tridente offensivo milanista. Tutto fatto? Macché, visto che gli ultimi risultati negativi della squadra e la valutazione su certi ingaggi dello scorso anno sembrano aver minato la fiducia della proprietà cinese nei confronti di Mirabelli, al quale dunque sarebbe stata bocciata questa operazione low-cost.

Sembra infatti che sia proprio arrivato dalla Cina il comando di stoppare l’operazione, con Bernard che aveva già fatto la bocca ad un trasferimento a Milano mentre dovrà ora rimettere in discussione tutto il suo futuro. Addirittura il giornalista sportivo brasiliano Andresinho Marques, commentatore anche su Premium Sport ha dedicato un ‘tweet’ ieri sera proprio alla situazione di Bernard.

A suo dire il Milan pare sia realmente uscito dalla corsa al calciatore classe ’92 dello Shakhtar che piace invece ancora ad Inter e Roma, anche se è più probabile una pista internazionale per Bernard, talento assoluto cresciuto nell’Atletico Mineiro.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it