Roberto Mancini
Roberto Mancini (©Getty Images)

Il prossimo Commissario Tecnico dell’Italia è ormai prossimo dall’essere ufficialmente svelato. Le indiscrezioni portano tutte verso un’unico nome, corrispondente a quello di Roberto Mancini.

La prima scelta della FIGC probabilmente ricadeva su Carlo Ancelotti, tecnico di maggior esperienza ed appeal rispetto al sopracitato, ma l’ex Milan non sembra disposto ad accettare la panchina azzurra e starebbe aspettando la chiamata di un top club in giro per l’Europa. A questo punto Mancini avrebbe la strada spianata, visto che già da tempo ha espresso la propria volontà di accettare l’ambito incarico. Relativamente alle condizioni contrattuali, pare secondo Premium Sport che la proposta della federazione sarebbe quella di un contratto biennale (fino all’Europeo itinerante del 2020), con opzione per i successivi due: ovvero fino al Mondiale 2022 in Qatar.

A livello di contratto non ci si distaccherebbe molto da quello proposto a suo tempo per Gian Piero Ventura. Non in termini economici ovviamente, in quanto l’ex ct percepiva meno di 1 milioni di euro a stagione. Inoltre, per quanto riguarda lo stipendio, pare che non si vada oltre una proposta di 4 milioni di euro netti a stagione. Mancini, ribadiamo, ha fatto sapere di poter interrompere il contratto con lo Zenit San Pietroburgo al termine di questa stagione, nonostante la scadenza sia fissata al 2020. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane: il prossimo incontro per definire i dettagli di cui sopra è stato fissato il 13 maggio, come dichiarato dal commissario della Figc, Roberto Fabbricini.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it