Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Alle 15 di oggi pomeriggio si è tenuta l’Assemblea dei Soci a Casa Milan, conclusa poco fa. Appuntamento che prevedeva diversi argomenti, ma che si è poi concentrata soltanto sulla scadenza di uno dei due bond sottoscritti da Elliott Management Corporation nella primavera 2017.

Secondo quanto riportato da Calcio&Finanza, la modifica è stata approvata: il termine del pagamento di circa 15 milioni sui 52 complessivi del bond è slittato al 19 giugno 2019 (prima era fissato per il 15 ottobre del 2018). Una mossa che testimonia quanto il fondo americano Elliott sia disposto a venire incontro alle esigenze del Milan. L’hedge fund di Paul Singer ci tiene a tutelare il proprio “investimento”.

L’assemblea è stata presieduta da Roberto Cappelli, consigliere d’amministrazione, e ovviamente anche Marco Fassone. L’amministratore delegato rossonero ha spiegato il perché della necessità di spostare la data di scadenza di una parte del bond: “Non ha a che fare con problemi di liquidità della società, che attualmente è sostenuta dagli aumenti di capitale. È una modifica solo in relazione al parametro di liquidità della Figc: così facendo siamo perfettamente aderenti alle regole, è un aspetto tecnico non aderente a necessità di liquidità”. 

Per questa assemblea erano previsti anche altri importanti temi, come la modifica dell’articolo 5 dello statuto per “eliminare l’indicazione del valore nominale espresso delle azioni e al fine di prevedere azioni nominative non rappresentate da certificati azionari” e dell’articolo 11 “al fine di eliminare la previsione del preventivo deposito o esibizione dei certificati azionari e disciplinare le modalità per l’intervento in assemblea”. Argomenti che però saranno trattati in un’altra assemblea.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it