Esultanza Milan-Verona
L’esultanza di Bonaventura, Cutrone e Locatelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Bentornato Diavolo. Dopo tante settimane di sofferenza e di gol stentati il Milan torna a vincere una gara di ‘passaggio’ contro l’Hellas Verona ormai matematicamente retrocesso.

Un successo rotondo in attesa di un paio di gare ben più ardue e decisive per i destini sportivi della banda Gattuso: mercoledì c’è la finale di Coppa Italia contro la Juventus ed il Milan sembra prepararsi al meglio facendo le prove generali nella serata di ieri a San Siro. Un 4-1 che serve a far notare la buona forma degli esterni d’attacco, la capacità di arrivare sul fondo con combinazioni eccellenti, l’aver ritrovato una certa facilità ad andare a rete. In effetti il Verona è apparso piuttosto arrendevole, come se destinato inconsciamente a ritornare nella fangosa serie cadetta, lasciando sempre il pallino del gioco ai padroni di casa.

Combinazioni, come scrive la Gazzetta dello Sport, che funzionano a meraviglia in attacco: dalla fascia destra i movimenti di Suso creano le azioni del primo gol di Calhanoglu e del terzo sigillo di Abate. Dai tagli provenienti dalla sinistra invece il Milan ha colpito con il ritrovato Cutrone e nel finale con Borini. Tanta precisione e verticalità per una squadra che fa ben sperare in vista del gran finale di stagione, che dovrà essere finalmente brava, matura e continua nel ripetere certe giocate anche con avversari più tosti dell’Hellas visto ieri. Le premesse ci sono, ora serve solo tramutarle in realtà già mercoledì in Coppa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it