Gianluigi Buffon Mario Mandzukic
Gianluigi Buffon e Mario Mandzukic (©Getty Images)

Tutti ricordano bene la reazione di Gianluigi Buffon al Santiago Bernabeu nel finale di Real Madrid-Juventus e anche le sue dichiarazioni post-partita.

Una serata che non ha fatto certo onore al portiere bianconero, che prima in campo e poi ai microfoni dei giornalisti ha rivolto parole pesanti nei confronti dell’arbitro Michael Oliver. Quest’ultimo lo aveva espulso a causa delle eccessive proteste in seguito al rigore (netto) concesso al Real Madrid. E di fronte alle televisioni Buffon ha accusato il direttore di gioco di essere ‘insensibile’, di ‘avere un bidone dell’immondizia al posto del cuore’, di dover fare un altro mestiere eccetera eccetera. Parole molto pesanti e che non potevano passare inosservate all’UEFA.

La Gazzetta dello Sport riporta che il portiere della Juventus è ora oggetto di due procedimenti disciplinari per il suo comportamento nei confronti dell’arbitro Oliver. Il primo filone è relativo al cartellino rosso ricevuto per proteste dopo il calcio di rigore assegnato al Rea Madrid. Il secondo è inerente alla violazione dei principi generali di comportamento, tenendo conto della furia verbale di Buffon verso il direttore di gioco anche nel post-partita. La commissione disciplinare UEFA valuterà tutto il 31 maggio. L’ultima presenza del leggendario estremo difensore bianconero in Champions League può essere ulteriormente macchiata.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it