Rivaldo
Rivaldo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una carriera lunga e scintillante quella di Rivaldo, ex fantasista brasiliano considerato uno dei calciatori più forti degli ultimi 30 anni tra Europa e Sudamerica.

Passaggio rapidissimo per il forte numero 10 anche nel Milan, che lo acquistò dal Barcellona nell’estate 2002 e fu tra i protagonisti di una delle annate più straordinarie della storia rossonera, con la conquista di Champions League e Coppa Italia. Solo una stagione all’ombra della Madonnina per Rivaldo, che nell’autunno 2003 decise di proseguire la sua carriera altrove lasciando però un ottimo ricordo di se’ ai tifosi, un fenomenale professionista utile nella stagione dei trionfi.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Rivaldo ha ripercorso la sua storia in rossonero confrontando quel Milan vincente a quello attuale che sta facendo fatica a tornare ai vecchi fasti: “Allora era un grande club, anche se prima della fine della seconda stagione me ne andai al Cruzeiro perché giocavo poco. Gattuso allenatore? Sinceramente non me l’aspettavo, ma per uno come Rino iniziare dal Milan è l’ideale. Certo non è più il Milan di una volta, mancano i campioni e senza di quelli non si vince”. Come dar torto a Rivaldo, che nel 2003 fu costretto a lasciare Milanello perché chiuso da calciatori come Rui Costa e Kakà.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it