Mario Balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

Mario Balotelli è un personaggio discutibile per tanti motivi. E i tifosi del Milan ne sanno qualcosa. Ma è innegabile che, alla soglia dei 28 anni, è un giocatore e un uomo diverso rispetto a quello che abbiamo conosciuto in Italia.

La paternità e gli anni al Nizza gli hanno bene sotto ogni punto di vista. Per quanto fatto vedere in campo, meritava la Nazionale da tempo. Ma ha ritrovato la maglia azzurra soltanto con l’arrivo di Roberto Mancini come commissario tecnico. Ieri è tornato in campo e ha disputato un’ottima gara, con tanto di gol, poi dedicato a Davide Astori sui social. Un piccolo gesto, ma bello ed importante.

Ma non è stata una serata di soli sorrisi per Balotelli. Il quale, proprio sul suo profilo Instagram, ha risposto allo striscione esposto ieri a San Gallo (in Svizzera) durante il match contro l’Arabia Saudita: “Il mio capitano è di sangue italiano“, frase riferita alla possibilità per l’attaccante di indossare la fascia di capitano qualora dovesse mancare Leonardo Bonucci nei titolari (in Nazionale indossa la fascia quello con più presenze e, fra i convocati attuali, SuperMario viene subito dopo il difensore del Milan). “Siamo nel 2018 ragazzi, basta. Svegliatevi, per favore“, ha scritto il calciatore nelle Stories di Instagram.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it