Yonghong Li
Yonghong Li (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Nel CdA svoltosi ieri presso la sede di Casa Milan non si è neanche azzardato il discorso relativo all’ingresso di un socio di minoranza che andrebbe ad affiancare Yonghong Li alla guida del club.

Eppure da giorni non si parla d’altro in relazione alle questioni societarie rossonere; il Milan ha bisogno di una importante iniezione di capitale e, oltre all’aumento da 32 milioni promesso dai cinesi, servirà la forza economica di un nuovo imprenditore, una sorta di ‘Mister X‘ che i ben informati indicano probabilmente di origine statunitense; non a caso sarebbero avvenuti, secondo la Gazzetta dello Sport, dei contatti in Italia qualche settimana fa proprio tra Yonghong Li ed i legali di questo soggetto che si sarebbe detto interessato ad entrare nell’affare Milan.

Difficile fare l’identikit del nuovo socio, ma di certo bisogna affrettare i tempi per inserirlo nell’organigramma societario: come detto oggi dal Corriere della Sera, il Milan sta affrontando una corsa contro il tempo per ottenere un aiuto esterno nella valutazione dell’UEFA sui conti rossoneri e sull’eventualità di escludere la squadra dall’Europa League. Tempi strettissimi per presentare il nuovo socio a Nyon, al massimo si potrà agire con una proposta scritta vincolante che la commissione arbitrale potrà valutare con calma. Altrimenti il Milan spingerà, nel caso di dovuto ricorso al TAS, di portare con se’ il socio di minoranza a Losanna entro fine mese, così da avere maggiori chance di ribaltare la sentenza dell’UEFA.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it