Yonghong Li
Yonghong Li (foto AC Milan)

NEWS MILAN – Era fissata per le ore 17 la scadenza che Yonghong Li aveva per rendere visibile il bonifico da 32 milioni di euro necessario per completare l’aumento di capitale. Stando alle indiscrezioni di questi minuti, l’uomo d’affari cinese non avrebbe provveduto.

A questo punto Marco Fassone manderà una lettera a Elliott Management Corporation, che eserciterà il diritto di surroga effettuando un prestito da 32 milioni che servirà per questo aumento di capitale. Poi il presidente del Milan avrà 10 giorni lavorativi per restituire la somma, altrimenti l’hedge fund di Paul Singer procederà con l’escussione del pegno sulle azioni rossonere. Yonghong Li spera nel frattempo di trovare un socio che entri nel club e sistemi la questione con il fondo americano, evitando che quest’ultimo prenda il controllo del Diavolo.

Le trattative per l’arrivo di un nuovo azionista vanno avanti. Sembra che David Han Li sia a New York con un avvocato e potrebbe chiudere un accordo. Probabile che il soggetto che entrerà nel Milan possa prendere subito la maggioranza delle quote o comunque rimanere in minoranza solo per un breve tempo prima di prendere il controllo del club. Sky Sport non esclude che Yonghong Li non abbia provveduto al versamento richiesto proprio perché sicuro di chiudere una trattativa in questi giorni di tempo che ha per restituire i 32 milioni a Elliott, che poi verrebbe rimborsato dal nuovo socio.

 

Redazione MilanLive.it