ricketts family famiglia
Famiglia Ricketts

NEWS MILAN – In questi giorni si sta parlando molto della cessione di quote del club rossonero a un soggetto americano e si attende di capire chi possa chiudere l’affare. Ce ne sono almeno due in lizza e uno di questi è la famiglia Ricketts.

Essa è venuta allo scoperto nella giornata di ieri, grazie a una rivelazione fatta dall’agenzia di comunicazione che li assiste. Prima delle recenti indiscrezioni e di questo annuncio, la famiglia Ricketts era poco conosciuta dalle nostre parti. Ma in queste ore stanno fioccando notizie in merito a coloro che ora sono interessati ad acquistare il Milan.

Il Corriere della Sera oggi fa un ritratto di questo nucleo familiare, che ha interessi in diversi ambiti. C’è Peter, che vive a Omaha e di mestiere fa il governatore del Nebraska. Laura si occupa di ecoturismo ed è fondatrice di Ecotravel.com, mentre Todd gestisce una catena di negozi di biciclette a Chicago. Il vero erede del capostipite Joe, fondatore della banca d’investimenti Ameritrade, è però Thomas. Egli è presidente e amministratore delegato di Incapital LLC, società di Chicago che vende pacchetti di obbligazioni societarie a vari investitori. Ha anche un ruolo dirigenziale in Ameritrade, fondata nel 1978 dal padre e non più controllata dai Ricketts (ne hanno il 12%).

La famiglia americana ha trovato un punto in comune per quanto riguarda lo sport, dato che nel 2009 è stata rilevata la squadra di baseball de Chicago Cubs. I quattro fratelli spesero 875 milioni di dollari per rilanciarla dopo anni di mediocrità. Thomas è divenuto presidente e nel 2016 è arrivata la vittoria del campionato nazionale, 106 anni dopo l’ultima volta. I Ricketts sono innamorati dello sport e con i Chicago Cubs hanno fatto un ottimo lavoro. Oggi la squadra vale circa 2,2 miliardi di dollari, oltre il doppio rispetto a quando l’hanno comprata. Possiedono pure il 25% del network televisivo CSN Chicago.

Per quanto riguarda il patrimonio di questa famiglia, Forbes stima che nel 2015 esso era di 4,5 miliardi di dollari. E’ pensabile che in questi tre anni esso possa anche essere cresciuto, ma il noto sito americano specializzato non ha un dato più recente. In ogni caso, sarà importante il progetto che eventualmente verrà messo in piedi. Vedremo se saranno loro a comprare il Milan oppure se sarà il soggetto affiancato da Goldman Sachs a spuntarla.

 

Redazione MilanLive.it