Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (foto Sporting Lisbona)

Ha preso una brutta piega l’avventura di Sinisa Mihajlovic allo Sporting Lisbona, di fatto già conclusa. Nonostante il comunicato ufficiale e la firma sul contratto, l’allenatore serbo è stato già messo alla porta dal club.

Un’esperienza durata 9 giorni e terminata perché Bruno de Carvalho, che lo aveva ingaggiato, è stato destituito dal ruolo di presidente e sostituito da Sousa Cintra. Quest’ultimo ha deciso di non confermare la scelta tecnica fatta dal suo predecessore. E ha attaccato Mihajlovic nella seguente maniera: «La prima cosa ch ha fatto è stato cambiare luogo di preparazione della prima squadra, spostandolo in Svizzera e facendo perdere allo Sporting 300 mila euro. Abbiamo deciso di non dare seguito al contratto. Mihajlovic è un allenatore fuori dai nostri piani per la prossima stagione. Cercheremo presto un nuovo tecnico. Entro lunedì annunceremo il nome».

Ovviamente Mihajlovic è andato su tutte le furie per il comportamento tenuto dal nuovo numero 1 dello Sporting Lisbona, che ritiene esercitabile la rescissione visto che nel contratto sarebbe indicato che i primi 15 giorni sono di prova e pertanto la società può cambiare idea. L’ex di allenatore di Bologna, Catania, Fiorentina, Serbia, Sampdoria, Milan e Torino non ci sta. Secondo A Bola, avrebbe intenzione di chiedere 10 milioni di euro come risarcimento. E’ battaglia e i legali delle parti sono al lavoro.

 

Matteo Bellan

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it