Nicola Rizzoli
L’ex arbitro Nicola Rizzoli (©Getty Images)

L’introduzione del Video Assistant Referee (VAR) ha sconvolto ed in parte rivoluzionato il mondo del calcio negli ultimi mesi. Introdotto in Italia lo scorso agosto, tutta Europa ha imparato a conoscerlo meglio durante il Mondiale di Russia 2018.

L’esperimento in Italia è stato parecchio positivo, anche se non sono mancate alcune polemiche in merito ad alcune dubbie decisioni che, principalmente, hanno riguardato la Juventus nella parte finale della stagione. Il designatore arbitrale Nicola Rizzoli, in un’intervista riportata dall’Ansa, ha fatto il punto sul VAR: “Quasi il 20% in meno di ammonizioni per proteste è un messaggio positivo, oltre a 10 espulsioni in meno dirette per proteste che è un risultato veramente eccezionale. Di difficile applicazione invece consentire agli allenatori di chiedere l’intervento Var”. 

Altra precisazione in merito al fuorigioco e all’applicazione del VAR durante il Mondiale: “Da un punto di vista tecnologico ci saranno delle novità per quanto riguarda il fuorigioco 3D che rende ancora più preciso il discorso dei centimetri, che può aver creato qualche problema in passato. Al Mondiale ci sono poche partite e concentrate, con un numero molto grande di risorse umane. Nel campionato italiano va verificata la fattibilità: attendiamo i risultati e i feedback dal Mondiale”. 

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it