Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Oggi inizia ufficialmente per l’Italia il calciomercato estivo per la stagione 2018/2019. La novità di quest’anno sarà la minor durata della sessione, che si concluderà venerdì 17 agosto alle ore 19:00.

Chiusura dunque anticipata rispetto al recente passato. La sede ufficiale sarà l’hotel Meliá di Milano, dove si concentreranno le trattative negli ultimi tre giorni. La chiusura della campagna acquisti-cessioni sarà 24 ore prima dell’inizio ufficiale della Serie A, che partirà sabato 18 agosto con i due anticipi.
Per assurdo un cambiamento che, stando così le cose, non agevola particolarmente le squadre come il Milan che in questi mesi stanno affrontando grosse problematiche legate alla vendita della società e soprattutto alle sanzioni UEFA e al ricorso al TAS di Losanna per l’eventuale riammissione alla prossima Europa League. La scorsa estate il calciomercato Milan fu ricco di colpi. Quest’estate è già partita con il piede sbagliato per società e tifosi, alle prese con questioni extra-calcio parecchio contorte e problematiche.

Massimiliano Mirabelli tempo fa aveva fatto il punto sulle possibili operazioni da effettuare in sede di mercato. Al momento sono stati acquistati a parametro zero Ivan Strinic e Pepe Reina, entrambi ancora impegnati al Mondiale di Russia 2018 rispettivamente con Croazia e Spagna. Altri giocatori sono in arrivo: il prossimo sarà probabilmente Alen Halilović a costo zero dall’Amburgo. Altra necessità è acquistare un centravanti che dia garanzia di gol e che possa essere affiancato al baby bomber Patrick Cutrone. Inoltre il direttore sportivo rossonero aveva ammesso di essere alla ricerca di un centrocampista che fosse un mix tra Franck Kessié e Giacomo Bonaventura. L’idea era comunque di acquistare giocatori d’esperienza, che potesse alzare il livello generale del Milan, che la scorsa stagione era la squadra con l’età media più bassa dell’intera Serie A.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it