Yonghong Li Han Li Marco Fassone
Yonghong Li, Han Li e Marco Fassone (©Getty Images)

NEWS MILANMarco Fassone è intervenuto in diretta live sulla pagina ufficiale AC Milan per rispondere alle domande dei tifosi. Un tema centrale di queste settimane riguarda la proprietà cinese, sulla quale ci sono molti dubbi.

L’amministratore delegato rossonero ha cominciato proprio da quell’argomento, spiegando quanto segue: «Io faccio l’a.d. del Milan e me ne curo quasi 24 ore al giorno. Poi ci sono cose che passano sopra la mia testa e che riguardano la proprietà, gli azionisti. Leggo spesso anche io dai giornali. Tante cose non le so neppure io».

A Fassone viene domandato se Yonghong Li entro venerdì verserà ad Elliott i 32 milioni dell’ultima tranche dell’aumento di capitale: «Anche questa domanda riguarda la proprietà. Per me è importante chiarire ai tifosi che i 32 milioni il Milan li ha ricevuti settimana scorsa, i conti correnti sono abbastanza ricchi di denaro e se poi questo lo ha versato uno o l’altro io devo stare attento che il club abbia i soldi per essere gestito bene, per pagare gli stipendi e i fornitori, per fare calciomercato. Chi li mette lo staremo a vedere poi».

L’amministratore delegato del Milan prosegue a parlare degli argomenti societari: «Non so se Yonghong Li venderà il club. E’ importante che il club sia solido e abbia progetti da mandare avanti. Poi il proprietario, chiunque esso sia, deve supportarci e aiutarci mettendoci anche a disposizione le risorse economiche che sono utili. Yonghong Li lo ha sempre fatto. Il fondo Elliott ha dato garanzie e ho portato all’UEFA dei documenti scritti. Se ci fosse un nuovo proprietario, immagino che lo farà con la passione che da sola giustifica l’investimento in un club così».

Fassone chiude ammettendo: «Una chiarezza sulla proprietà sgombrerebbe il 70/80% dei problemi. A Yonghong e David Han Li chiedo un aiuto sotto questo aspetto quando gli parlo».

 

Matteo Bellan