Yonghong Li
Yonghong Li (©Getty Images)

MILAN NEWS – Mossa in extremis da parte di Yonghong Li per non perdere le quote di maggioranza del Milan e decidere autonomamente il futuro suo, come azionista, e del club rossonero in generale.

Secondo quanto scritto da Carlo Festa su Il Sole 24 Ore, l’uomo d’affari cinese sarebbe volato a Londra. La City diventa dunque terreno determinante per il futuro societario del Milan, visto che Yonghong Li ha in programma alcuni incontri decisivi per tentare il riassetto societario in extremis. In particolare avrebbe incontrato già alcune banche d’affari e sarebbe anche al lavoro con i suoi advisor per valutare l’offerta ancora valida dell’imprenditore italo-americano Rocco Commisso, oltre che alte opzioni come quella che porta alla famiglia Ricketts.

Una corsa contro il tempo per Yonghong Li che entro domani dovrà restituire i 32 milioni di euro prestati dal fondo Elliott Management Corporation per completare il recente aumento di capitale societario. Yonghong Li sta cercando una soluzione, altrimenti scaduto il tempo a sua disposizione, da lunedì Elliott potrà far avviare l’escussione del pegno, diventando così proprietario della holding Rossoneri Lux e di conseguenza dell’A.C. Milan. Secondo le ultime indiscrezioni, inoltre, al momento l’imprenditore cinese non avrebbe avviato alcun bonifico utile a ripagare l’ultimo prestito di Elliott.

L’estrema soluzione per mister Li sarebbe quella di effettuare un riassetto societario accettando una delle offerte sul tavolo: gli advisor finanziari di Alantra e lo studio legale White & Case sarebbero in contatto con i rappresentanti dei due soggetti statunitensi interessati: Goldman Sachs per Commisso e Morgan Stanley per la famiglia Ricketts.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it