Paul Singer
Paul Singer (foto dal web)

NEWS MILANElliott ha appena messo le mani sul club rossonero ed è al lavoro per mantenere i propositi annunciati nel comunicato ufficiale di martedì sera. L’obiettivo del fondo americano è di far tornare il Diavolo al top, con un progetto di lungo periodo che prevede anche la messa in sicurezza dei conti del bilancio.

L’hedge fund di Paul Singer ha già annunciato di voler subito immettere 50 milioni di euro e in seguito ulteriori capitali che diano stabilità finanziaria al Milan. La Gazzetta dello Sport spiega che i primi 50 milioni serviranno per la copertura degli anticipi, per esempio per il riscatto obbligatorio dei prestiti (Kessié) e per altre spese già messe in preventivo. Altri 35-50 quelli destinati al calciomercato estivo che dovrà per il resto finanziarsi con le cessioni.

Elliott potrebbe anche aprire a un socio di minoranza. La Gazzetta dello Sport conferma l’ipotesi Riccardo Silva, imprenditore milanese e milanista in ottimi rapporti con Gordon Singer. Potrebbe entrare con quote comprese tra il 5 e il 20%. Precedenza, comunque, a questioni più imminenti. C’è il ricorso al TAS di Losanna, presso il quale proprio Gordon Singer potrebbe presentarsi. Emergono particolari sulla nuova strategia rossonera che punterà a dimostrare come la continuità aziendale sia stata rispettata. Oppure, inedito, convincere l’UEFA a rinunciare al giudizio, tecnicamente ad «aderire alle richieste dell’appello». Si arriverebbe in quest’ultimo caso a un «consent award», un accordo tra le parti. Non una strada facile da percorrere, ma ci si proverà.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it