yonghong Li paul singer elliott
Yonghong Li & Paul Elliott Singer

NEWS MILAN – Nel comunicato ufficiale in cui annunciava la presa di controllo del club rossonero, Elliott ha spiegato l’intento di mettere in piedi un progetto a lungo termine per tornare ai vertici europei.

Il Corriere della Sera pone qualche dubbio sul reale desiderio del fondo americano di restare al Milan per molto tempo. Il quotidiano ricorda che Elliott intende sicuramente rivalutare il nuovo asset, ridargli stabilità finanziaria e solo a quel punto venderlo. Bisognerà, dunque, vedere quanto servirà per completare il processo di valorizzazione e risanamento del club. Almeno per un anno l’hedge fund di Paul Singer resterà alla guida del Diavolo. Questo è certo. E l’extra-valore della futura rivendita pare destinato a Yonghong Li, alla vecchia proprietà cinese. Si tratta della somma eccedente quanto spetta ad Elliott per i prestiti concessi più gli interessi, circa 415 milioni. Però saranno gli avvocati ad occuparsene nello specifico.

Intanto la prima mossa è immettere 50 milioni di euro nelle casse del Milan per onorare le esigenze economico-finanziarie. Il CdA di oggi servirà solamente per convocare l’Assemblea dei Soci del 21 luglio, quando sapremo i nuovi quattro consiglieri che sostituiranno quelli cinesi in uscita. Il nuovo presidente potrebbe essere Paolo Scaroni, già presente nel Consiglio di Amministrazione. Marco Fassone ieri a Londra nell’incontro con Giorgio Furlani (futuro consigliere) e Franck Tuil è stato rassicurato sulla sua permanenza come amministratore delegato. Per adesso non è ancora previsto il suo addio.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it