David Han Li Marco Fassone Massimiliano Mirabelli
David Han Li, Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (©Getty Images)

NEWS MILAN – Presto verrà detto addio definitivamente ad ogni traccia dell’era cinese nel club. Infatti, nella riunione odierna è prevista la chiamata dell’Assemblea dei Soci per il prossimo 21 luglio e in quell’occasione i quattro consiglieri cinesi verranno rimpiazzati da Elliott.

Addio a David Han Li, Lu Bo, Xu Renshuo e soprattutto a Yonghong Li. Quest’ultimo è anche il presidente del Milan, però ancora per poco tempo. Il CdA si riunirà alle 16.30 e dovrebbe essere abbastanza rapido, visto che non sono previsti altri punti all’ordine del giorno. La Gazzetta dello Sport, comunque, non esclude l’ipotesi di dimissioni dei quattro consiglieri legati a Mr Li e la decadenza immediata del consiglio già in giornata.

News Milan, oggi CdA. Fassone e Mirabelli rimangono

Per il ruolo di presidente si parla ancora di Gordon Singer, figlio di Paul e gestore degli uffici di Londra del fondo Elliott. E’ un appassionato di calcio e tifa Arsenal. L’altra opzione è Paolo Scaroni, già presente nel CdA del Milan e figura vicina all’hedge fund americano. Potrebbe essere proprio Gordon a presentarsi dal TAS di Losanna il 19 luglio per il ricorso.

Per quanto riguarda Marco Fassone, sembra che per adesso Elliott non intenda rimuoverlo dall’incarico di amministratore delegato. Il dirigente rossonero ieri era a Londra per incontrare i vertici del fondo americano. C’erano delle esigenze burocratiche di cui discutere (preparazione del CdA e transito della documentazione dagli scaffali di Yonghong Li a quelli della nuova proprietà). Nell’incontro, definito cordiale, si è discusso anche di questioni finanziarie e di strategie sulla campagna acquisti.

Come detto, per adesso Fassone dovrebbe rimanere al suo posto. In ogni caso, Elliott pensava a un proprio manager per l’eventuale sostituzione. Ma pare si vada verso una prosecuzione con l’attuale management fino a fine calciomercato. Dunque, anche Massimiliano Mirabelli sembra destinato a restare come direttore sportivo almeno fino al 17 agosto, quando chiuderà la sessione estiva della campagna acquisti-cessioni. La rivoluzione societaria è rinviata, pare.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it