Pepe Reina
Pepe Reina (©Getty Images)

MILAN NEWSPepe Reina è stato il primo acquisto della campagna estiva rossonera, uno degli ultimi della vecchia gestione. Arrivato a parametro zero dal Napoli.

Esordio in rossonero molto positivo in amichevole contro il Manchester United nell’International Champions Cup: parati 4 rigori e addirittura uno segnato. Ieri nell’ultima partita della tournée americana è rimasto in panchina per tutto il match, con Gianluigi Donnarumma che è stato eletto migliore in campo. Nel post-partita l’esperto portiere spagnolo ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport 24. Questo il suo pensiero – riportato dai colleghi di Gianlucadimarzio.com – anzitutto sulla concorrenza con il giovane Gigio: “Donnarumma si sta comportando benissimo a livello umano e per lui provo stima e ammirazione. Sul piano sportivo cercherò di imparare sia da lui che da Antonio, sfruttando questa competizione per fare ancora meglio. Chi sarà titolare? Io, come tutti, lavoro per giocare, poi spetterà a Gattuso fare le sue scelte. Quello che possiamo fare noi è dare il nostro contributo, allenandoci sempre al 100%. Se voglio restare al Milan? Sì, non ho altra volontà”.

Un commento sul Milan e sulla storia del glorioso club rossonero: “Sono arrivato in una società mostruosa, il Milan è un club che ha una grandissima organizzazione e tanta voglia di continuare un progetto di crescita. A livello umano ho trovato un gruppo ottimo, ora cercherò di dare il mio contributo sia a livello di esperienza che dal punto di vista umano e sportivo. Spero che gli anni di carriera che ho alle spalle possano servire al resto della squadra, cercherò di essere sempre positivo per contribuire a una crescita generale”.

Quali sono gli obiettivi del Milan per la prossima stagione? Reina risponde così: “Per la vittoria del campionato ancora una volta la favorita è la Juventus, mentre per i posti in Champions sarà tutto aperto, con il Napoli un po’ avanti alle altre. Roma, Lazio, Inter, Milan e Fiorentina potranno ambire ai primi quattro posti, sarà un bel campionato. In questo momento per noi parlare di Scudetto non mi sembra realistico: dobbiamo pensare a crescere a livello collettivo e societario, magari riuscendo ad arrivare in Champions, che è l’obiettivo primario del club”.

Un commento anche su mister Gennaro Gattuso: “È un allenatore che ti spreme al massimo e ti fa tirare fuori tutto ciò che hai, ma avendo smesso di giocare da poco è sempre vicino ai calciatori. Questo mese è stato positivo, lavorare con lui è piacevole, è un uomo di calcio, quello che provava da calciatore lo ha ancora adesso in panchina. Lo rispetto e lo ringrazio per quello che finora abbiamo fatto”.

Infine su Gonzalo Higuain, suo prossimo compagno al Milan, con il quale ha già giocato nel Napoli: “Parliamo di un giocatore fortissimo, un bomber assoluto. Ci darà una grandissima mano e speriamo che possa fare tantissimi gol. Non l’ho sentito durante la trattativa, invece quando hanno chiuso mi ha chiesto alcune cose solo per informazione. Ma io sono qui da poco e non posso dire tantissimo, soltanto che ho trovato uno spogliatoio formato da gente per bene. Sarà facilissimo ambientarsi anche per lui”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it