Nikola Kalinic
Nikola Kalinic (foto acmilan.com)

CALCIOMERCATO MILAN – Il trasferimento di Nikola Kalinic dal club rossonero all’Atletico Madrid si sta facendo a titolo definitivo, non con la formula del prestito come sembrava inizialmente.

L’operazione dovrebbe portare nelle casse del Milan circa 15 milioni di euro, denaro che i Colchoneros verseranno in tre stagioni. Considerando l’investimento effettuato dalla vecchia società per acquistarlo dalla Fiorentina un anno fa, ci si domandava che effetto abbia questo affare nel bilancio rossonero. A fare chiarezza ci ha pensato il portale Calcioefinanza.it.

Il noto sito web rivela che dal bilancio della Fiorentina al 31 dicembre 2017 è emerso che il Milan ha speso 22,5 milioni per prendere Kalinic e non i 25 che si pensava. Nello specifico si tratta di 20 più altri 2,5 di bonus. Dopo una stagione, il valore a bilancio del croato dopo gli ammortamenti è pari a circa 16,8 milioni di euro, considerando anche la capitalizzazione dei bonus.

Una cessione a 15 milioni di euro dovrebbe generare quindi una minusvalenza. Quest’ultima avrà un impatto negativo controbilanciato però dai risparmi che derivano dalla cessione a titolo definitivo del giocatore. Calcio & Finanza scrive testualmente: «Considerando il risparmio dello stipendio lordo da circa 6,4 milioni di euro e il risparmio dell’ammortamento annuo da 5,6 milioni circa, infatti, l’operazione presenta un impatto positivo da un punto di vista contabile pari a circa 10,2 milioni di euro».

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it