Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli con la fascia da capitano (Foto AC Milan)

MILAN NEWS – L’inizio di una nuova era per il Milan: dal cambio di proprietà, fino ai dirigenti, con il ritorno di Paolo Maldini e Leonardo. Anche in campo ci saranno novità importanti, dai nuovi acquisti fino al nuovo capitano.

Sarà Alessio Romagnoli ad indossare la fascia di capitano del Milan. Ai microfoni del canale Youtube ufficiale della Serie A, il difensore rossonero ha rilasciato un’intervista: “Sono nato ad Anzio, vicino al mare. Ho sempre giocato a calcio, a 3 anni già distruggevo tutto in casa perché non riuscivo a stare fermo. A 4 anni giocavo con i ragazzi più grandi di me. Giocavo nei parchi e nei campetti di periferia”.

I ricordi del passato, dalla Lazio dell’idolo Alessandro Nesta, alla sua famiglia: “La prima partita di Serie A che ho visto era quella delle Lazio. La squadra di mister Erikson, poi c’erano Nesta, Mancini, Salas. Era una squadra fortissima. Nesta era il mio capitano e il mio idolo. Ho il suo poster tutt’ora in camera ad Anzio. Per arrivare dove sono oggi, le persone più importanti sono stati i miei genitori e mio fratello. Hanno lasciato tutto quello che avevano per farmi continuare un sogno che avevo e che magari poteva non avverarsi. Ho vissuto in un ambiente felice. Quando giocavo alla Roma avevo tutto vicino. Dormivo a casa e stavo bene”. 

Le passioni extra-calcio di Romagnoli: “Fuori dal campo sono appassionato di moto e auto. Sono appassionato di Moto GP e Formula 1. Ho diverse auto, la più bella è il Ferrari. Ho il numero 46 di Valentino Rossi tatuato (sotto l’ascella, ndr)“.

Un commento sul Milan attuale, che questa sera farà il suo esordio a Napoli in campionato. Tra le novità della squadra, c’è Gonzalo Higuain: “Il Milan di quest’anno può migliorare quello dell’anno scorso e degli anni passati. Può ambire ad essere il grande milan del passato, che faceva paura dove andava e vinceva. Gonzalo può darci una grande mano, è fortissimo e mi ha sempre fatto gol quando l’ho incontrato. Napoli e Roma saranno due belle sfide, affascinanti. Il sogno di ogni bambino è giocare sfide così. Dovremmo essere subito pronti. L’importante è partire bene”.

Infine un commento proprio sulla fascia da capitano che indosserà in questa stagione con il Milan: “Sarà emozionante, perché avere la fascia indossata da campioni come Maldini e Baresi, è motivo d’orgoglio e d’onore. Vuol dire farsi volere bene dal gruppo Prendersi responsabilità al momento giusto, affrontare i problemi e metterci la faccia. Il mio consiglio è quello di dare sempre il massimo, non avere rimpianti, e non smettere mai di sognare”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it