M'Baye Niang
M’Baye Niang (©Getty Images)

Era sbarcato in Italia da giovanissimo, neanche diciottenne, scoperto da Adriano Galliani come talento dal sicuro avvenire e portato a Milanello tra mille curiosità.

M’Baye Niang oggi, a sei anni esatti dal suo primo arrivo nel campionato italiano, lascia definitivamente la Serie A. L’attaccante portato alla ribalta dal Milan nel 2012 è al centro di una trattativa ormai definita tra il Torino, suo attuale club, e il Rennes, squadra del campionato francese. Niang ha scelto di accettare la proposta della formazione bretone e dunque di riavvicinarsi alle sue origini dopo aver tentato fortuna oltre le Alpi.

Una carriera travagliata per Niang, che nonostante fosse stimatissimo dalle parti di Milanello ha sempre avuto a che fare con un carattere bizzoso e piuttosto frenetico che forse ne hanno bloccato la crescita a livello tecnico e mentale. Una maturità che il Milan ha provato a fargli raggiungere prestandolo altrove, prima a Montpellier, poi al Genoa e infine al Watford, senza però ritrovare un Niang maturo e pronto. Lo scorso anno la cessione per circa 15 milioni di euro al Torino, dove però l’ex rossonero ha alternato qualche prova di classe ad altre molto più scarne e indolenti. Entro domani sarà ufficialmente un calciatore del Rennes, con l’Italia che resterà per lui solo un ricordo e un rimpianto bello grosso.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it