Mattia Caldara
Mattia Caldara (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – La prima partita ufficiale di Mattia Caldara con la maglia del Milan non è di facile analisi, sia perché è presto per dare giudizi affrettati, sia per la caratura bassa dell’avversario che aveva di fronte.

Contro il Dudelange però, come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, Caldara ha disputato una prova da dividersi in due blocchi: il primo di vero e proprio apprendimento, con movimenti ancora un po’ frenati e una confidenza da ritrovare con il campo da gioco e con il compagno di reparto Romagnoli. Nel secondo, ovvero durante la ripresa, Caldara ha preso fiducia, Gattuso lo ha richiamato meno dalla panchina e ha cominciato a far girare il pallone velocemente, senza tenerlo troppo tra i piedi ed è apparso persino più lucido anche in fase di marcatura.

Difficile pensare che la prova contro i lussemburghesi sia da giudizio totale, soprattutto perché già in vista di Milan-Atalanta mister Gattuso starebbe pensando di rimettere Caldara in panchina. Non si tratta di una bocciatura, bensì di una naturale rotazione che vedrà l’ex di turno restare fuori per non avere nelle gambe troppe partite in pochi giorni, mentre Mateo Musacchio, rimasto a Milanello per precauzione, sembra più fresco e ancora più rodato dal punto di vista dei meccanismi di squadra, dunque pronto a giocare dal 1′ minuto contro la squadra di Gasperini.

Inoltre per Caldara la prima vera occasione in campionato arriverà presto, ovvero giovedì prossimo nell’infrasettimanale sul terreno di gioco dell’Empoli. Il Milan stranamente deciderà di rinunciare a lui, che conosce perfettamente gli schemi dell’Atalanta, dando spazio a Musacchio. Ma nel gioco del turnover e delle partite troppo ravvicinate ci sono anche scelte di questo genere.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it