Castillejo e Bakayoko
Samu Castillejo e Timoue Bakayoko lottano in campo(©Getty Images)

NEWS MILAN – Siamo d’accordo che quella in Lussemburgo non è stata una grande partita del Milan. La vittoria è arrivata per il rotto della cuffia, e solo grazie a Gonzalo Higuaìn.

Però non è stato tutto così negativo. Se guardiamo il bicchiere mezzo pieno, ecco che le prestazioni di Mattia Caldara e Samu Castillejo necessitano di una valutazione più ampia. Come sottolinea Tuttosport, il difensore, all’esordio assoluto con la maglia rossonera, era quello più atteso. Arrivato con grande entusiasmo, il centrale non è stato utilizzato nelle prime gare di campionato. La partita contro il Dudelange, per questo e per altri motivi, nascondeva quindi parecchie insidie. Caldara ha avuto delle difficoltà iniziale, ma alla lunga è uscita fuori tutta la sua personalità.

Ha rischiato di andare anche in gol, prima di testa su calcio d’angolo e poi con una percussione da centrocampista. Problemi in fase di impostazione, che però si può migliorare. Insomma, Caldara è un difensore da Milan e lo ha dimostrato. Anche se domenica contro l’Atalanta dovrebbe giocare di nuovo Mateo Musacchio. Ma il Lussemburgo si è visto per la prima volta dal primo minuto anche Castillejo, anche lui autore di una prestazione positiva.

Fra quelli con più presenze della rosa in Europa League, lo spagnolo ha firmato l’assist vincente per la rete del Pipita. Ha avuto tanti richiami da Gennaro Gattuso, che spesso voleva qualcosa di diverso da lui nella scelte delle giocate. Però ha dato un grande apporto alla squadra con velocità e dribbling. Durante l’anno tornerà sicuramente utile al Milan per dare il cambio agli esterni titolari.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it