Francesco Totti
Francesco Totti (©Getty Images)

MILAN NEWS – In queste ore le librerie italiane sono prese d’assalto per l’uscita tanto attesa dell’autobiografia di Francesco Totti, uno dei calciatori più forti degli ultimi venti anni.

Nel libro co-scritto dal giornalista Paolo Condò ed intitolato ‘Un Capitano’, l’ex numero dieci della Roma ha dedicato un pensiero anche al Milan, club nel quale avrebbe potuto giocare da giovanissimo se non fosse stato per il secco ‘no’ della sua famiglia che decise all’epoca di rifiutare le avance dei talent-scout rossoneri e di puntare sulla sua crescita nella capitale.

Totti ha svelato la sua passione calcistica da ragazzino per il Milan ai tempi di Arrigo Sacchi allenatore, per quella squadra che rivoluzionò a fine anni ’80 il modo di fare ed intendere il calcio moderno e che vinse in Italia e nel mondo grazie ad un gioco eccellente e campioni di primissimo livello: “Il Milan di Sacchi è stata la squadra più esaltante che io abbia mai visto, l’unica nella quale fantasticavo di giocare. Quel Milan è l’unica squadra italiana per la quale abbia avuto un trasporto oltre alla Roma”..

Insiste Totti nella sua autobiografia: “Tifo per la Roma dal primo giorno che mi ricordi, non c’è mai stata un’alternativa, ma quel Milan di Sacchi mi faceva sognare: un amore tecnico e non sentimentale. Roma e Milan di Sacchi le uniche due squadre impresse nella mia memoria”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it