Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

MILAN NEWS – Inter-Milan, il derby di molti e in particolare anche di Sinisa Mihajlovic. Quattro anni in nerazzurro tra calciatore e vice allenatore, appena uno ma intenso in rossonero prima dell’esonero. Il tecnico serbo, attualmente senza impiego, ha parlato del match del 21 ottobre ai microfoni di SkySport.

Affezionato ad entrambe le tifoserie, l’allenatore preferisce non sbilanciarsi: “Il derby di Milano è sempre una partita particolare e di solito perde. Adesso arrivano due squadre dello stesso livello, spero che sarà una bella gara con un San Siro pieno. Questo derby è meno sentito rispetto a quello di Roma, ma è sempre una bella cosa. Tifo per entrambe perché sono stato bene sia da una parte che dall’altra. Al massimo, dico un pareggio. Per la grande sfida della Capitale invece ho sempre detto di fare il tifo per la Lazio”.

Poi una panoramica sulla Serie A in generale, con un pronostico abbastanza chiaro in chiave scudetto: “Fin quando c’è questa Juventus, c’è poco da fare per tutte le altre che al massimo possono puntare alla qualificazione Champions League. Il Napoli dovrebbe stare subito dopo i bianconeri, poi le romane e le milanesi si giocano gli altri posti”.

La voglia di ripartire nel frattempo è tanta, ma non in Italia. Dopo 26 anni nel Bel Paese, c’è voglia di altre mete: “Ho rifiutato 2-3 offerte dal campionato italiano perché al momento desidero di andare all’estero. Vorrei fare qualche altra esperienza tra Europa ed Asia. Mi sono un po’ stufato dell’Italia dopo tanto tempo, magari ci tornerò tra 5-6 anni”. 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it