Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain (©Getty images)

MILAN NEWS – Questo pomeriggio il Giudice Sportivo ha emesso il comunicato sulla squalifica di Gonzalo Higuain dopo Milan-Juventus.

Il Pipita è stato prima ammonito, poi immediatamente espulso per aver proferito “ammonisci sempre me” nei confronti del signor Mazzoleni, noto arbitro che è parecchio suscettibile di fronte a certe proteste come dimostra la sua storia. Higuain è stato squalificato per due giornate: una era certa vista l’espulsione, la seconda per gli è stata inflitta per la condotta “gravemente irriguardosa” e per le proteste “plateali e minacciose”. Stando così le cose salterà la sfida contro la Lazio al rientro dalla sosta per le nazionali, e quella contro il Parma a San Siro. Il Milan però pochi minuti fa ha fatto sapere che farà ricorso per ridurre la squalifica alla sola sfida contro la Lazio: vedremo se il ricorso andrà a buon fine. A riportarlo sono i colleghi di Sky Sport.

Il Milan dal canto suo potrà puntare sul fatto che le proteste non sono state minacciose, plateali sì, ma non c’è stato alcun insulto all’arbitro. Il nervosismo del giocatore era stato accumulato durante il match per errori personali e l’ammonizione per un fallo peraltro inesistente, ha provocato prima la reazione spropositata e poi la legittima crisi di nervi dopo l’ingiustizia del rosso. Inoltre le parole rivolte all’arbitro “ammonisci sempre me”, sono abbastanza normali e per nulla gravi. Per concludere, di fronte ad una condotta di gara molto discutibile del signor Mazzoleni, si poteva (come spesso è accaduto in altre situazioni) anche passar sopra ad una normale protesta, poi aggravata per la velocità con la quale è stato estratto il cartellino rosso.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it