Logo UEFA
Logo UEFA (©Getty Images)

MILAN NEWS – E’ in arrivo la sentenza dell’UEFA sul Milan. Come rivela l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, da Nyon si ispireranno a quanto accaduto con l’Inter tre anni e mezzo fa: ossia, una sanzione potenzialmente rateizzata e scontata se nel frattempo i conti del club dovessero migliorare e rientrare nei parametri.

Così facendo – si legge – parte della multa sarà in questo modo sospesa o legata alla condizionale, aspetto che potrebbe interessare fino ai due terzi della pena. Nel maggio 2015 andò proprio così con i nerazzurri: multa di venti milioni, di cui sei da saldare in tre rate nel giro di un anno e gli altri quattordici vincolati all’evoluzione del rendiconto economico. Tre anni dopo, è questa la linea che i giudici sono orientati a tenere anche con Elliott Management Corporation: stabilita una cifra, verrà poi monitorato l’andamento. In caso di sviluppo positivo, non sarebbe da saldare l’ultima tranche.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Se confermato, si tratterebbe di una pena che rientrerebbe nella ragionevolezza così come richiesto dalla proprietà. In caso contrario, e di punizione molto più severa e pesante, è già pronto un nuovo ricorso al TAS. Il verdetto è atteso a giorni, da lì dipenderà anche il calciomercato invernale del Diavolo: se l’importo dovesse essere tutto sommato modesto, ci sarebbe spazio anche per budget superiore da destinare nella campagna acquisti di gennaio. Altrimenti bisognerà ridisegnare l’intero piano. Il momento della verità intanto è in arrivo: il responso è atteso massimo entro l’inizio della prossima settimana.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it