Marco Bellinazzo
Marco Bellinazzo (foto Facebook)

MILAN NEWS – E’ di oggi la notizia quasi certa di un ricorso da parte del Milan al TAS di Losanna, tribunale arbitrario sportivo, dopo la sentenza giunta dall’Uefa.

Per i rossoneri sarebbe la seconda volta durante l’anno solare 2018 che viene presentato un dossier a Losanna per sovvertire la decisione del massimo organo calcistico europeo. Infatti, dopo la momentanea esclusione dalle competizioni europee comminata dall’Uefa a giugno scorso, il Milan si era rivolto al TAS riuscendo a far rigettare quella severa sentenza.

Il Milan fa ricorso ancora una volta? CLICCA QUI

Su questo argomento si è espresso oggi anche un esperto in materia, ovvero il giornalista Marco Bellinazzo, firma de Il Sole 24 Ore e sempre parere esimio in merito di calcio e finanza. Interpellato dall’emittente Radio24, Bellinazzo ha parlato in maniera chiara e personale della vicenda: “C’è da dire che manca trasparenza nelle decisioni della Uefa sul Milan. Non conosciamo le carte, non sappiamo ancora come verrà trattato l’anno che è rimasto fuori dalle sanzioni già delineate fino al 2021″.

Detto ciò, il giornalista non sembra convinto della soluzione ricorso per superare questo ostacolo sanatorio: “Si parla di un nuovo ricorso del Milan al TAS; per me è un rischio, mi sembrerebbe voler tirare troppo la corda, a meno che non ci siano delle cose nelle carte della Uefa lette da Milan che noi non conosciamo”. Ora serve solo pazientare per capire se tale ricorso verrà realmente messo in atto oppure se si tratta solo di voci poco concrete”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it