Gonzalo Higuain (©Getty Images)

Fischio finale a San Siro: Milan-Spal 2-1. I rossoneri ritrovano la vittoria, in rimonta, dopo la lunga astinenza.

Primo tempo con i rossoneri subito all’arrembaggio, annullato per (giusto) fuorigioco un gol di Alessio Romagnoli, ma al primo tiro della Spal subiscono gol: Andrea Petagna controlla tenendo dietro Romagnoli, calcia di sinistro addosso al capitano milanista e la palla con un giro che sfida le leggi della fisica, batte Gigio Donnarumma. Reazione immediata dei padroni di casa, che tornano in gara con Samuel Castillejo che calcia all’incrocio con il sinistro. Il gol dello spagnolo arriva dopo il digiuno di 4 partite consecutive. Poi occasioni clamorose per Tiémoué Bakayoko che al volo dal dischetto calcia alto, e due volte per Hakan Calhanoglu i cui tiri da posizioni favorevoli vengono rimpallati.

Nella ripresa il Milan inizia bene, poi cala la pressione e cominciano i primi mugugni. Gattuso cambia modulo e passa al 4-4-2 con Patrick Cutrone al fianco di… Gonzalo Higuain che poco dopo ritrova il gol: palla in area, prima un controllo sbagliato, poi il destro in faccia a Gomis che sfiora soltanto. Esultanza, gioia e lacrime per il Pipita: suo il gol vittoria. Nel finale il signor arbitro Abisso, decide di mettere i bastoni tra le ruote ai rossoneri: non fischia alcun fallo a favore e addirittura in pochi minuti espelle Jesus Suso per doppia ammonizione. C’è anche il tempo per un miracolo di Gianluigi Donnarumma su colpo di testa. Il Milan ritrova finalmente la vittoria, e torna a -1 dal quarto posto: chiude il girone d’andata con 31 punti, il miglior risultato degli ultimi 6 anni.

Milan-Spal: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 13′ Petagna; 16′ Castillejo; 64′ Higuain.

Ammoniti: Castillejo, Schiattarella, Zapata.

Espulsi: Suso (doppia ammonizione).

MILAN: Donnarumma 7,5; Abate 6,5 (Dal 62′ Calabria 6), Zapata 6, Romagnoli 6-, Rodriguez 6; Kessié 7, Bakayoko 6,5, Calhanoglu 6; Suso 6,5, Higuain 7, Castillejo 6,5.
Allenatore: Gattuso 6,5.

SPAL: Gomis 6; Cionek 6, Bonifazi 6, Felipe 6; Dickmann 5, Missiroli 6, Schiattarella 6, Kurtic 5, Costa 5; Antenucci 6, Petagna 6.
Allenatore: Semplici 6.

(Per aggiornamenti H24 sul MilanCLICCA QUI!)

Milan-Spal: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 7: primo tempo da spettatore, nel quale è incolpevole sulla traiettoria contro le leggi della fisica che sblocca il match. Al 90′ però decide di mostrare al mondo il fenomeno che è: super parata su colpo di testa ravvicinato. Salva il risultato, per l’ennesima volta. Forza Gigio.

Abate 6,5: buone chiusure difensive. Prova anche ad essere incisivo su qualche cross offensivo, senza riuscirci, anche a causa dei compagni.

Zapata 6: tiene bene Antenucci e fa valere la sua fisicità. Prende un’ammonizione che il signor Abisso dovrebbe spiegarci.

Romagnoli 6-: soffre la fisicità di Petagna in qualche situazione, e già sul gol si è visto. Alla lunga riesce a contenerlo.

Rodriguez 6: fa il suo lavoro senza strafare.

Kessié 7: una forza della natura, e una resistenza che ha pochi confronti. Nel finale corre in difesa e viceversa come se fosse appena entrato.

Bakayoko 6,5: oggi doppio lavoro per lui, perché si fa carico in parte anche del peso offensivo. Prova più volte a spingersi in avanti, sbaglia anche una clamorosa occasione calciando al volo dagli 11 metri: fosse stato più lucido, avrebbe controllato e tirato senza problemi vista la completa assenza di avversari. Potrebbe alzare il pressing in certi frangenti, ma deve ancora migliorare dal punto di vista tattico.

Calhanoglu 6: inizia bene il match, nel primo tempo va un paio di volte vicino al gol. Viene rimpallato sul più bello. Nella ripresa trova meno spazi e cala il suo rendimento.

Suso 6,5: si posiziona sempre bene in mezzo al campo, creando grosse insidie agli avversari. Sue alcune giocate importanti nel corso del match. l’arbitro Abisso lo ammonisce per proteste dopo un clamoroso fallo non fischiato ai rossoneri, poi su un mezzo contatto con un avversario gli mostra ancora il giallo e lo manda fuori. Lo spagnolo squalificato, salterà la Supercoppa Italiana.

Higuain 7: finalmente Pipita. Nel primo tempo qualche mugugno e fischi dagli spalti dopo qualche sua giocata sbagliata. Nella ripresa ritrova il gol, sfruttando un assist di Calhanoglu dopo un lungo cross. Gol, esultanza e lacrime: ha sofferto molto questa astinenza, speriamo che questo gol lo sblocchi mentalmente.

Castillejo 6,5: suo il gol dell’1-1 e dello stop alla clamorosa astinenza da gol che durava in campionato da 4 partite.

All. Gattuso 6: squadra con il 4-3-3 gira molto bene, però manca il veleno. Con il 4-4-2 riesce a trovare il gol del sorpasso, ma a livello di possesso palla si perde molto. Nel finale un po’ di sofferenza, anche a causa del mancato raddoppio. Ottima reazione della squadra al clamoroso svantaggio. C’è tanto da lavorare, ma la squadra chiude il girone d’andata a quota 31 punti a -1 dal quarto posto occupato dalla Lazio.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it