Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Krzysztof Piatek o Alvaro Morata, il Milan è chiamato a correre ai ripari o quanto meno a cautelarsi. Con Gonzalo Higuaín spedito verso il Chelsea dopo la Supercoppa di mercoledì, serve subito un sostituto all’altezza. E la mancata partenza di Leonardo per l’Arabia Saudita – riferisce La Gazzetta dello Sport – è un grande segnale proprio in tal senso.

Parole indicative sono arrivate anche da Gennaro Gattuso. “Higuain lo vedo bene, le voci però rimangono e non posso garantire nulla a nessuno. La sua gara del riscatto? Noi siamo una squadra e il calcio non è uno sport individuale. Questa deve essere la svolta di tutti. Il Pipita sta pensando al suo futuro e fa dei ragionamenti su quello che intende fare, ma fino a quando sarà con noi, e spero che ci sia a lungo, dobbiamo ragionare da squadra e basta”. 

Per restare aggiornato sul calciomercato MilanCLICCA QUI!

Calciomercato Milan, per Piatek si tenta il prestito oneroso con obbligo di riscatto

La soluzione più semplice, in teoria, sarebbe quella di uno scambio con Morata. Ma oltre a incastrare il puzzle nel modo giusto, bisogna capire anche quanto lo spagnolo sia interessato al progetto rossonero. In questo caso però, considerando qualità e dato anagrafico dell’ex Juventus, il neo Ad Ivan Gazidis sarebbe pronto a dare l’ok rispetto a quanto accaduto prima con Zlatan Ibrahimovic e poi con Cesc Fabregas. L’unico dubbio tattico è legato al fatto che non propriamente una prima punta. Il 26ene di Madrid, infatti, ama svariare su tutto il fronte offensivo e questo potrebbe essere un piccolo problema per il tecnico rossonero.

Chi è un bomber di razza certo è invece il polacco classe 95 del Grifone, protagonista di un avvio di stagione a tratti sconcertante. Dopo una lunga permanenza all’estero, il presidente Enrico Preziosi è di ritorno in Italia e potrebbe esserci un incontro con gli uomini di fiducia di Elliott Management Corporation che proprio per questo avrebbero posticipato la partenza per Gedda. La richiesta di base è attorno ai 40-50 milioni di euro, ma il Milan non può sborsare nell’immediato certe cifre per la questione con l’UEFA. Così, per sopperire, l’obiettivo è quello di ottenere un prestito oneroso già a gennaio e un riscatto obbligatorio con un pagamento eventualmente biennale. Ma è tutto da vedere, considerando l’asta pronta a scatenarsi in estate per il centravanti di Dzierzoniow.

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it