Home Milan News Milan-Napoli, Cutrone: “Avremo la mentalità giusta. Mi sento migliorato”

Milan-Napoli, Cutrone: “Avremo la mentalità giusta. Mi sento migliorato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47
Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

NEWS MILAN – Sarà Patrick Cutrone il centravanti titolare rossonero in Milan-Napoli di stasera a San Siro. Salvo sorprese dell’ultima ora, il giovane talento nato a Como partirà dall’inizio.

Dopo l’addio di Gonzalo Higuain, il numero 63 di Gennaro Gattuso si sente ancora più al centro del progetto. E’ vero che è arrivato Krzysztof Piatek, investimento da 35 milioni di euro più bonus, ma il Pipita aveva uno spessore diverso per via del proprio passato e più volte è finito in panchina. Adesso col bomber polacco ex Genoa può giocarsela maggiormente. Un concorrente comunque temibile, ma col quale parte alla pari.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

Cutrone parla prima di Milan-Napoli

Proprio Cutrone è stato il protagonista del match program rossonero nella giornata di Milan-Napoli. Gli sono state fatte cinque domande. Innanzitutto ha risposto in merito al tipo di partita che si aspetta a San Siro: «Sarà difficile, conosciamo il loro valore e sicuramente cercheremo di prepararla al meglio. La affronteremo con la mentalità giusta».

Gattuso lo ha più volte elogiato per la sua grinta e il veleno che ha dentro. Patrick a tal proposito commenta: «Il mister intende la cattiveria con cui si va su ogni pallone, con cui si attacca la porta. Ci sono diversi tipi di veleno».

La tifoseria del Milan è pronta a supportare la squadra per il big match contro il Napoli. L’attaccante rossonero ritiene importante averli vicini: «Il sostegno dei tifosi è fondamentale. Io apprezzo il tanto il fatto che mi vogliano bene e li ringrazio molto».

L’obiettivo stagionale è qualificarsi in Champions League. In questo momento il Diavolo è quarto, dunque in linea con questo obiettivo. Cutrone in merito spiega: «Il campionato è lungo, pensiamo partita dopo partita. Abbiamo fatto una gara importante col Genoa, non era facile».

Infine gli viene domandato quanto sia cresciuto in queste due stagioni in Prima Squadra: «Tanto, mi sento migliorato grazie all’aiuto del mister e dei compagni. Ho sempre cercato di allenarmi al 100%».

 

Matteo Bellan