Gattuso Gennaro AC Milan
Rino Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Grande prova dei rossoneri, che battono 2-0 il Napoli e accedono alle semifinali di Coppa Italia. Il Milan aspetta la vincente di Inter-Lazio. Intanto al termine del match, dopo le dichiarazioni a Rai Sport nell’immediato post-partita, Gennaro Gattuso ha parlato anche in conferenza stampa.

Tra i principali temi trattati, c’è stato anzitutto il cambiamento in positivo di questo Milan nel 2019: “Abbiamo cambiato metodo di giocare. Tecnicamente abbiamo giocato meglio nelle prime 7-8 partite, anche se ci siamo sempre fatti gol da solo. Oggi è un Milan più operaio, in cui tutti si mettono a disposizione. Giochiamo in 25-30 metri. Dipende anche dalle assenze dei giocatori come Biglia e Bonaventura, perché quelli che abbiamo giocano con caratteristiche diverse. Quello che è successo a noi avrebbe abbattuto anche la squadra più forte del mondo. Dobbiamo essere obiettivi. Sono mancati tanti giocatori titolari a questa squadra. Ne abbiamo passate di cotte e crude, non dobbiamo dimenticarlo. Non è così diversa la prestazione rispetto a quattro giorni fa. Siamo stati più bravi a non dare campo e l’attaccante si è inventato due gol”.

Sui singoli, in particolare su Patrick Cutrone e Diego Laxalt: “Patrick non deve perdere entusiasmo, come non deve perdere entusiasmo nessuno dei giocatori. La cosa brutta è vedere qualche faccino storto perché non ha giocato. Mi aspettavo anche io di più da Laxalt. Oggi ho visto il Laxalt che conosciamo. Ha caratteristiche diverse rispetto a Rodriguez, gli piace il binario, ci va con la corsa. Ha fatto una grande prestazione ed era un po’ di tempo che non giocava così”.

Sulle scelte di formazione e sul mercato: “Ho cambiato tutti gli esterni, perché volevo freschezza. Hakan e Suso non erano in condizione di giocare dal primo minuto, così come Rodriguez, per quanto speso 3 giorni fa. Noi sappiamo quello che abbiamo fatto in preparazione. Erano un po’ di anni che i giocatori non facevano fatica così. Siamo stati sfortunati, abbiamo perso tanti giocatori per strada. Non mi aspetto nulla dal mercato, non pretendo niente. I regali, l’ho già detto, me li aspetto da mia moglie”.

Infine un commento inevitabile sull’uomo del giorno, Krzysztof Piatek: “Piatek è un giocatore che ci fa salire, che attacca la profondità. La squadra si è comportata bene. E’ più facile avere un giocatore che ti fa respirare e magari difendi ancora con più voglia. Vengono fuori le caratteristiche dei giocatori bravi tecnicamente. Tante volte Paquetà oggi ha fatto vedere delle belle cose tecnicamente. Ci siamo difesi molto bene e abbiamo creato pericoli al Napoli quando andavamo in avanti”.

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it