Home Milan News Bang Bang Milan! Vittoria a Bergamo che sa di Champions

Bang Bang Milan! Vittoria a Bergamo che sa di Champions

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:45
L’esultanza del Milan a Bergamo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Soffrire, controbattere e prendere il largo. Il Milan ieri sull’insidioso terreno dell’Atleti Azzurri d’Italia ha messo in pratica il delitto perfetto, la strategia ideale per vincere una gara così delicata.

Domata l’Atalanta dei miracoli, squadra che anche ieri ha dimostrato di essere in forma e di giocare un gran calcio, ma che si è sgretolata sotto i colpi del solito Krzysztof Piatek, ormai arrivato alla consacrazione con la maglia del Milan. Il ‘pistolero’ ha sparato due volte nella porta di Berisha, diventando decisivo per l’ennesima volta e conquistando il pazzesco score di 6 reti in 4 gare da titolare.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Ma il Milan di ieri a Bergamo non è solo Piatek. Si è vista una squadra intelligente e dal forte carattere, abile a non crollare dopo un primo tempo giocato per lo più dall’Atalanta e dopo la rete di Freuler che poteva uccidere anche un elefante. Nella ripresa la musica è cambiata: come scrive la Gazzetta dello Sport il Milan ha lasciato il possesso palla ai padroni di casa (57% per gli orobici) aspettando e ripartendo, senza badare alla bellezza e all’estetica calcistica.

Ma quando il Milan si è affacciato in avanti ha sempre creato danni: la rete del 2-1 di Hakan Calhanoglu è un gioiello che i rossoneri attendevano da nove mesi, arrivata al momento giusto per determinare il sorpasso della tecnica nei confronti della generosità. Da quel momento in poi il Milan ha dominato, ha chiuso il match e ha dimostrato di essere una squadra con la S maiuscola, ormai in volo verso il 4° posto Champions League.

Il tutto ricalca quanto accaduto in settimana proprio negli ottavi della competizione europea tra Ajax e Real Madrid: c’è una formazione, quella di casa, che gioca bene e strappa applausi, ma alla fine a vincere è la compagine che ha più testa, esperienza e qualità.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it