Home Calciomercato Milan CorSport – Milan, André Silva può tornare come vice Piatek

CorSport – Milan, André Silva può tornare come vice Piatek

André Silva Siviglia Calciomercato Milan
André Silva (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Potrebbe esserci un clamoroso colpo di scena all’orizzonte in casa Milan. E’ sicuramente presto per trarre certe conclusioni, ma intanto il Corriere dello Sport avanza uno scenario sorprendente: addio di Patrick Cutrone, il rientro eventuale di André Silva.

La nuova vittima di Krzysztof Piatek, seppur involontariamente, questa potrebbe essere stata proprio il baby bomber di Como. L’insofferenza infatti cresce a dismisura, anche perché nemmeno stasera in Coppa Italia sarà titolare e l’agente scuote l’ambiente con un sibillino: “Resterà al Milan? Vedremo…”.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, André Silva al posto di Cutrone?

Niente turnover per il gigante dell’Est che viaggia a una media fantascientifica: 7 reti in 6 partite da titolare, capocannoniere in Coppa Italia con 8 reti e autore di 26 realizzazioni in 27 partite complessive tra le due competizioni. Così – sottolinea il quotidiano – Cutrone sembra oramai vicino alla resa. E nel caso il Milan potrebbe già avere in casa il sostituto: André Silva, oggetto misterioso attualmente in prestito al Siviglia. Dopo 11 reti nella prima parte di stagione, l’attaccante portoghese si è clamorosamente inceppato e il club andaluso potrebbe non riscattarlo considerando anche i 38 milioni di euro fissati. Gennaro Gattuso, forte di una stagione fino a questo momento positiva, potrebbe spingere e convincere la società a puntare su un giocatore che lui stesso ha cercato di trattenere in tutti i modi nell’estate 2018. Considerando i 23 anni e  le indubbie qualità del giocatore lusitano, alla fine l’intransigente amministratore delegato Ivan Gazidis potrebbe anche convincersi.

Detto questo, la partenza di Cutrone resterebbe comunque un discorso estremamente complicato per svariati motivi: non solo perché a oggi è ritenuto comunque un patrimonio della proprietà di Elliott Management Corporation, ma anche per la valutazione altissima che eventualmente la dirigenza sarebbe pronta a fissare. La sensazione è che il club potrebbe accettare tale scenario solo su richiesta diretta e inderogabile del giocatore, con tanto di asfissiante pressing dell’entourage che dovrebbe poi portare in sede un acquirente straniero. Una cosa però è certa: il Milan non vuole assolutamente privarsi di Cutrone.

 

Redazione MilanLive.it