Cassano Antonio
Antonio Cassano (©Getty Images)

Continua a far discutere la delicata situazione di Mauro Icardi in casa Inter. La tensione è ancora forte tra lui e la società. C’è chi incolpa la moglie e agente Wanda Nara per aver scatenato uno scenario sicuramente deleterio per la squadra di Luciano Spalletti.

Chi sostiene questa tesi e attacca la 32enne donna argentina è Antonio Cassano. Ieri nello studio di Tiki Taka su Canale 5 l’ex giocatore di Roma, Real Madrid, Sampdoria, Milan, Inter e Parma ha attaccato Wanda Nara in maniera diretta. Queste le sue parole schiette: «Lei gli ha creato terra bruciata attorno con le sue dichiarazioni. Parliamoci chiaro, senza fare giri di parole. Chi ha messo in difficoltà Icardi è stata lei. Parli troppo sui social network e in tv di Spalletti, della formazione… Fai l’allenatrice. Parli sempre. Hai creato tutto questo disastro parlando tanto. Se gli hanno tolto la fascia da capitano un motivo ci sarà. Spalletti, Ausilio, Marotta e Zhang non sono matti. Qualcosa è successo. Inoltre prima quando aveva male giocava e dopo che gli hanno tolto la fascia no. Le sceneggiate le facevo io a 20 anni, quindi giocasse se ha voglia di farlo. Non prendiamoci in giro. Ormai è una situazione di non ritorno, in estate deve andare via».

Ovviamente Wanda Nara, presente in studio, ha respinto le accuse di Cassano. Tuttavia è innegabile che alcune dichiarazioni della moglie di Icardi abbiano creato problemi a lui nei confronti della società, di Spalletti e anche dei compagni. La cosa incredibile è che lei continui a non ammetterlo e prosegue nel buttare benzina sul fuoco. Vedremo cosa farà l’Inter prossimamente. Tra poco ci sarà anche il derby di campionato contro il Milan e c’è curiosità di vedere se il bomber argentino sarà convocato o meno.

Clicca qui per il video pubblicato da Sportmediaset sul confronto Cassano-Wanda Nara.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it