Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Deferimento atto formale, sì, ma non per questo c’è da stare tranquilli. Piuttosto, riferisce La Gazzetta dello Sport, la situazione in casa Milan è complicata ed è la stessa UEFA ad ammetterlo.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Ricapitolando, si parte da una grave sanzione: multa, rosa ridotta e squalifica di un anno dalle coppe se nel 2021 non sarà raggiunto il pari di bilancio. Al momento, però, sono già tutti negativi e rischi di diventarlo anche il prossimo, quello legato al 2019. Non importa i motivi degli investimenti, e se sono stati presi giovani come Lucas Paquetá e Krzysztof Piątek liberandosi di giocatori più anziani e costosi come Gonzalo Higuaín: la cornice non cambia. Non per l’organo europeo. Così da Nyon – riferisce la rosea – fanno capire che non sono previsti trattamenti di favore, e che una sanzione arriverà comunque dalla camera giudicante e si aggiungerà a quella già esistente.

Lo scenario sarebbe poi il seguente: col nuovo appello del club rossonero, il Tas potrà riunire le due cause e decidere con procedura d’urgenza. Giugno, al massimo luglio. Ma l’UEFA non vuole nemmeno pensare al ricorso extra, e ha fatto capire al Milan che, seppur lecita, tale scelta significherebbe rompere quel patto su cui si regge tutto il sistema. A tal proposito – sottolinea la Gazzetta – resta un piccolo rimpianto per Elliott Management Corporation. Ossia: se il Milan non si fosse opposto la scorsa estate, visto anche come è andata l’Europa League, ora avrebbe scontato la pena di un anno fuori dalle coppe e potrebbe ripartire da zero. Invece la strada, adesso, è ancora maledettamente lunga…

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it