Home Milan News Gattuso: “Basta polemiche, dobbiamo vincere. Arbitro? Pensiamo a noi”

Gattuso: “Basta polemiche, dobbiamo vincere. Arbitro? Pensiamo a noi”

Gattuso Rino conferenza stampa
Gennaro Gattuso (foto AC Milan)

NEWS MILAN – Siamo alla vigilia di Parma-Milan, partita valida per la 33ª giornata del campionato Serie A 2018/2019. Gennaro Gattuso ha sostenuto la consueta conferenza stampa da Milanello.

Dopo la ritrovata vittoria contro la Lazio a San Siro, la squadra deve ripetersi allo stadio Ennio Tardini per consolidare il quarto posto in classifica. Considerando che ci sono scontri come Inter-Roma e Napoli-Atalanta, per il Diavolo è fondamentale vincere contro i ragazzi di Roberto D’Aversa. Vietato commettere passi falsi, può essere un turno importante nella corsa Champions League.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

Verso Parma-Milan: la conferenza stampa di Rino Gattuso

Su ciò che è successo dopo la vicenda Bakayoko-Kessie, Gattuso ha le idee chiare: “La società ha già fatto tutto quello che doveva fare, ora si pensi al campo. Bisogna comportarsi da professionisti, ma gli esseri umani possono sbagliare. Io anche sbagliavo molto, l’errore ci sta ma si deve puntare a non rifarlo”.

Sulle condizioni di Paquetà e Romagnoli: “Paquetà sta bene, si è allenato e vediamo poi per domani. Anche Romagnoli sta bene e domani ci sarà”.

Sull’Ajax che ha meravigliato il mondo: “Sono giovani, giocano a memoria, è un sistema calcio pazzesco come quello iniziato da Cruyff. Giocano bene…qui non si può fare? Tutto si può fare, dipende dai momenti e dalle strategie”.

André Silva potrebbe tornare al Milan: “Voleva andare via e avere più spazio, ho sempre detto che ha caratteristiche eccezionali, è molto molto forte”.

Sulle prossime due trasferte delicate in campionato: “Abbiamo vinto solo 5 partite fuori, alcune agli ultimi secondi. Poi potevamo portare più punti a casa, non è una questione di modulo, mentalità o altro. Dobbiamo essere cattivi e pronti, non sbagliando approccio nei primi minuti”.

Valeri torna ad arbitrare Parma-Milan dopo il precedente negativo del 2013: “Noi siamo l’unica nazione a fare polemiche su arbitri e precedenti. Non mi ricordo cosa ho mangiato l’altro ieri, figurati cosa posso ricordarmi di quella partita. Noi dobbiamo pensare a noi, a sbagliare il meno possibile e fare le scelte giuste. L’arbitro è uno che fa il suo mestiere, i nostri sono molto bravi. Qualche giovane può fare degli errori ma in questo momento pensiamo solo a noi”.

Sulle condizioni di Kessie e Bakayoko e sulle chance di vedere Zapata: “Domani vedremo sulla formazione, l’ho visto anche io bene come te. Sugli altri due si è parlato tantissimo, ma conoscendoli hanno una testa forte e si faranno scivolare tutto addosso, li ho visti bene in settimana”.

Sulla prossima giornata decisiva per la Champions: “Penso non lo sia, perché manca ancora tanto alla fine della stagione. Ripeto, intanto dobbiamo vincere la nostra partita. Il Parma ha un gioco ben definito, ha tecnica, il fatto di dargli campo potrebbe avvantaggiarli. Contrastano pallone su pallone, più prende fiducia e più può farci male, noi non dobbiamo fare robe fuori dalle nostre capacità”.

Il Milan domani scenderà per primo in campo: “Non mi cambia molto, da giocatore preferivo a volte giocare prima, a volte dopo. In questo momento mi spaventano i numeri delle nostre prove a mezzogiorno e mezza, dobbiamo però fare una grande partita, sarà difficile”.

Sui movimenti nuovi di Suso: “Stiamo provando a farlo muovere di più, anche se ha sempre dato grande disponibilità. Ha caratteristiche ben precise, è arrivato il momento di fare qualcosa di diverso. Ha tutte le carte per fare qualcosa di nuovo”.

Sulle possibilità di vedere Mattia Caldara: “Sta bene, ma in questo momento la scelta è mia. Non vede il campo da tanto tempo, lo mettiamo in condizione di non far figuraccia. Si allena bene e sta molto meglio, in questo momento c’è bisogno della situazione giusta, vediamo se giocherà”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it