Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

NEWS MILANAlessio Romagnoli è il giocatore più rappresentativo del nuovo Milan che sta rinascendo. Ha vissuto molte fasi del club rossonero, compreso il doppio passaggio di proprietà.

E proprio nel momento più complicato, con il fallimento cinese ad un passo, ha rinnovato il proprio contratto con il club mostrando attaccamento alla maglia nonostante per lui le offerte da altri club italiani e non, ci fossero eccome. Oggi sono arrivati gli elogi di Massimo Oddo, storico capitano della Lazio e terzino del Milan con il quale ha conquistato da titolare la Champions League nel 2007. Queste le sue parole nell’edizione milanese de Il Corriere della Sera: “Quando è arrivato aveva 20 anni e poche presenze in Serie A. Non penso fosse una scommessa, perché prima o poi i giovani bisogna buttarli nella mischia. Di certo la società aveva intravisto le potenzialità e i fatti dimostrano che il profilo era adeguato per il Milan. Abbiamo assistito a una progressiva crescita e tutta la difesa ne ha beneficiato”.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Romagnoli non è mica diventato il capitano del Milan per caso. E Oddo, che di capitani se ne intende eccome, lo sa benissimo: “La fascia di capitano poi lo ha responsabilizzato. Con il tempo è diventato rappresentante dei valori della squadra e non era un peso da poco: i capitani del Milan mica sono stati giocatorini… Lui ha vissuto tutte le fasi di passaggio fra la varie società, ha rinnovato l’estate scorsa quando altri magari scappavano. Mi ricorda un po’ l’esperienza che ho fatto alla Lazio, quando passai da Cragnotti a Lotito, sotto cui divenni capitano. Di certo ha avvertito maggiori responsabilità”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it