Jesus Suso Senad Lulic
Jesus Suso e Senad Lulic (©Getty Images)

NEWS MILAN – Pepe Reina, Mattia Caldara, Davide Calabria, Tiémoué Bakayoko e il subentrante Patrick Cutrone: per La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, si salvano appena loro nella disfatta rossonera in Milan-Lazio di ieri.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Voto altissimo per l’estremo difensore spagnolo: 7 in pagella, in quanto meritevole di almeno quattro interventi decisivi che hanno evitato un passivo peggiore. Voto 6 per Caldara, di rientro dopo 7 mesi: la ruggine c’è e si vede, ma è già sulla buona strada e si distingue nonostante il disastro del Diavolo. Meno bene, questa volta, Alessio Romagnoli: 5.5 per il capitano che nella ripresa perde tempi e distanze, così come anche per Mateo Musacchio che completa l’inedito terzetto difensivo. Sufficienza, invece, per Calabria: un grande avvio, poi la bandiera bianca. Molto meno bene, dall’altra parte, un mediocre Diego Laxalt costretto ad arretrare sempre di più cammin facendo. 5 anche per Frank Kessie, protagonista di tanti errori in fase di appoggio e pochi inserimenti, mentre guadagna un 6 Bakayoko che ci mette fisico, tecnica e tenacia.

In attacco è un disastro, partendo da Suso: 4.5 per lui, reo di un’infinità di passaggi sbagliati e del calcio d’angolo sbilenco che avvia la ripartenza biancoceleste dello 0-1. Molto male anche un isolato Krzysztof Piatek, voto 5 per lui, e stessa valutazione anche per Samuel Castillejo. Tra i subentranti si salva solo Cutrone, poi 5.5 per Andrea Conti e 5 per Hakan Calhanoglu. 5.5, infine, anche per Gennaro Gattuso. Come sottolinea il quotidiano, la rivoluzione è stata coraggiosa ma ha pagato solo un tempo. Due tiri in porta, del resto, sono davvero troppo pochi.

 

 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it