Byron Moreno confessa: “Corea-Italia? Fallo su Zambrotta da rosso”

Byron Moreno
Byron Moreno (getty images)

Anche chi non segue il calcio come un vero appassionato sa a chi ci si riferisce quando si fa il nome di Byron Moreno.

Il famigerato arbitro ecuadoriano è rimasto nella storia (negativa) del calcio italiano per aver diretto l’ottavo di finale Corea del Sud contro Italia ai Mondiali 2002, che si disputavano proprio nel paese asiatico. Il suo arbitraggio fu oggetto di discussioni e polemiche, visto che condizionò pesantemente l’andamento dell’incontro e l’eliminazione degli azzurri guidati da Trapattoni.

Moreno, che di recente è anche stato arrestato per possesso e detenzione di cocaina, è stato intervistato dal programma televisivo sudamericano Fútbol Sin Cassette, nel quale ha parlato anche della sua esperienza pregressa da arbitro internazionale. Interpellato su Corea-Italia, l’ex fischietto ha commentato ammettendo brevemente una sua colpa: “Sì, sì, il fallo su Zambrotta era da rosso, sono d’accordo…“, riportando a galla solo uno dei tanti episodi contestati di quell’incontro di ormai 17 anni fa.

In realtà Moreno fu determinante anche per altre scelte, come il rigore non concesso a Totti più espulsione per simulazione, oppure il gol annullato a Tommasi per fuorigioco inesistente e anche una gomitata non vista su Coco. Insomma, delle ammissioni del panciuto arbitro ne possiamo anche fare a meno.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it