Lazio-Atalanta, Inzaghi e Gasperini contro Ranieri: le dichiarazioni

Simone Inzaghi Gian Piero Gasperini
Simone Inzaghi e Gian Piero Gasperini (©Getty Images)

Domani pomeriggio all’Olimpico ci si giocherà una fetta importante della corsa alla Champions League. Una grande partita tra due squadre che tanto bene hanno fatto in questi mesi, Lazio e Atalanta.

I nerazzurri sono in solitaria al quarto posto, mentre i biancocelesti non vogliono mollare il treno anche se attualmente sono a quattro punti di distanza. Il Milan resterà a guardare le avversarie, per poi scendere in campo lunedì a San Siro contro il Bologna. Chi invece giocherà appena dopo la sfida delle 15, sarà la Roma, impegnata domani alle ore 18 in casa del Genoa. Ieri ha parlato Claudio Ranieri, alzando un polverone sulla possibilità che i rivali cittadini della Lazio potessero “scansarsi” per spingere l’Atalanta al quarto posto a discapito proprio dei giallorossi. Il “Così fu” di Ranieri, in merito a Lazio-Inter del 2010, quando i tifosi biancocelesti (ricordiamo il famoso striscione “Oh nooo” dopo il gol interista) hanno quasi obbligato la propria squadra alla sconfitta, non è passato inosservato. Anche la Procura sta indagando in merito.

-> Per seguire tutte le news MilanCLICCA QUI <-

Oggi sono arrivate le risposte degli allenatori delle due squadre coinvolte. Toni più tranquilli per Simone Inzaghi, che in conferenza stampa ha risposto così: “Per noi è importante parlare di calcio, poi per quanto riguarda quanto accaduto in altre conferenza si è già espressa la società”. E proprio la Lazio nella giornata di ieri aveva chiesto alla federazione di intervenire contro il tecnico giallorosso.

Più accesa e piccata la risposta di Gian Piero Gasperini, che ha visto nelle parole di Ranieri un attacco alla propria squadra: “L’obiettivo delle polemiche eravamo noi, ha voluto mettere un po’ di veleno, ma noi dobbiamo pensare a giocare. Per qualcuno il quarto posto è determinante per la sopravvivenza, noi viviamo ugualmente. Gli aspetti economici pesano, poi ci sono quelli sportivi che sono un’altra cosa…”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it