Suso-Calhanoglu, ultima chiamata e futuro in bilico

Hakan Calhanoglu Jesus Suso
Hakan Calhanoglu e Jesus Suso (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Ultimissima chiamata stasera a San Siro. Per il Diavolo in generale, certamente, ma soprattutto per due protagonisti a sorpresa di Milan-Bologna come Suso e Hakan Calhanoglu.

Tutto faceva infatti pensare a un 4-3-1-2, con Lucas Paquetá trequartista e Krzysztof Piatek in coppia con Patrick Cutrone. Invece Gennaro Gattuso ci riprova a modo suo, cioè col classico 4-3-3 e con i suoi fedelissimi nel tridente.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, manca l’accordo con Suso per il rinnovo

270 minuti determinanti. Perché da questo rush finale – sottolinea Tuttosport oggi in edicola – probabilmente passerà anche molto del loro futuro in rossonero. Anche se tra i due – aggiunge il quotidiano – è il turco il giocatore con più chance di ritornare a Milanello in estate. Perché tra Suso e la società, nel frattempo,  non è stato trovato un accordo sul rinnovo del contratto. C’è distanza tra la proposta rossonera, che prevede anche la rimozione della clausola risolutoria da 38 milioni, e la richiesta del giocatore che corrisponde a un ingaggio di 5 milioni di euro. Tutte situazioni che verranno valutate a fine del campionato, sulle quali però peseranno anche le prestazioni delle ultime quattro partite.

Una scelta coraggiosa, in ogni caso, quella di Gattuso in vista di un incrocio determinante per la disperata rincorsa Champions. Dal tremendo calo dei due esterni, infatti, è nata la crisi offensiva del Milan che ha coinvolto anche un famelico e insaziabile Piatek: la scarsa vena in fase di assistenza alla prima punta, e quella praticamente nulla in zona realizzativa, sono state le principali motivazioni che hanno infatti portato all’attuale sterilità sotto porta. Suso e Calhanoglu non segnano e né realizzano assist: è questo il problema. Un’involuzione tremenda. E di certo, in caso di cessione estiva, faranno incassare molto meno rispetto ai vecchi valori. Impensabile, per esempio, poter cedere l’esterno spagnolo per il valore della sua clausola. E pensare che a inizio stagione quella cifra sembrava anche bassa…

 

 

Redazione MilanLive.it