Squalifica Paquetá, Milan restio al ricorso: i motivi

Lucas Paquetà espulso arbitro Di Bello Milan Bologna
L’arbitro Di Bello espelle Lucas Paquetà in Milan-Bologna (©Getty Images)

NEWS MILAN – Tre giornate di stop e stagione finita in anticipo per Lucas Paquetá: una per l’ammonizione da diffidato, due per la sceneggiata con l’arbitro Marco Di Paolo.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

“Manata leggera”, è questo quanto scritto nel comunicato dal giudice sportivo. Leggera, indubbiamente, e probabilmente nemmeno volontaria, ma le regole sono chiare e le mani addosso non vengono perdonate. Così si complica maledettamente il disperato rush finale del Diavolo per la Champions League, e difficilmente il Milan interverrà per tentare di cambiare la decisione. Perché gli è anche andata bene, in realtà. Come infatti riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, intervenendo, c’è il rischio che in appello la sanzione diventi anche più severa: è questa la ragione per il quale il club non ha ancora deciso di presentare o meno un ricorso. Così l’orientamento dei legali, per ora, è di lasciar perdere, anche se ci sono ancora sette giorni per decidere.

Tranne sorprese, in ogni caso, appuntamento al 21 agosto per l’ex Flamengo. La primissima giornata del nuovo campionato. Il 21enne carioca salterà quindi la prossima trasferta di Firenze, la gara interna col Frosinone e infine la partita di Ferrara in casa della SPAL già salva. Tre gare determinanti per la formazione di Gennaro Gattuso, che oltre a un riferimento di qualità, perde anche un prezioso jolly tattico per eventuali modifiche per un Diavolo camaleontico.

 

 

Redazione MilanLive.it