Home Calciomercato Milan Calhanoglu-Milan, rapporto in bilico? Bundesliga all’orizzonte

Calhanoglu-Milan, rapporto in bilico? Bundesliga all’orizzonte

Hakan Calhanoglu Milan Dudelange
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – La sua seconda stagione in maglia rossonera è stata decisamente sotto le aspettative, sia a livello di prestazioni che per i numeri prodotti.

Hakan Calhanoglu aveva terminato il primo anno nel Milan da vero leader, insostituibile nel gioco rossonero e incensato da Gennaro Gattuso come numero 10 importante e dalle qualità evidenti. Nonostante l’importante e decisivo gol segnato contro la Fiorentina sabato scoso, Calhanoglu potrebbe anche decidere di cambiare aria a fine stagione, visto il calo di rendimento ed un apporto fin troppo discontinuo nel campionato italiano.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, Calhanoglu e le sirene estere

Dunque, come riporta Tuttosport, non è affatto sicuro che Calhanoglu possa restare a lungo dalle parti di Milanello. Il turco dovrà capire, anche tramite un dialogo con la società e con il prossimo nuovo allenatore del Milan, quale ruolo potrà avere nella squadra del futuro e soprattutto se viene considerato un calciatore importante ed affidabile oppure se le sue chance rossonere sono esaurite.

La qualità tecnica e la classe di Calhanoglu non si discute, essendo di gran lunga l’elemento della rosa milanista attuale con le capacità balistiche migliori, ma è il carattere spesso tendente all’abbattimento morale e psicologico che preoccupa il Milan e anche mister Gattuso. Per questo motivo a fine campionato, dopo la gara contro la Spal, il club ed il calciatore in questione valuteranno assieme il da farsi.

Intanto nel suo destino può tornare la Bundesliga tedesca: sono diversi i club del campionato mitteleuropeo ad essersi già da tempo interessati a Calhanoglu, il quale ha lasciato ottimi ricordi dalle esperienze tra Amburgo e Bayer Leverkusen. E anche diverse società di Premier League inglese potrebbero farsi sotto nel caso in cui il Milan dovesse realmente sacrificare il turco e sostituirlo con elementi evidentemente più affidabili e continui.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it