Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (©Getty Images)

L’Inter è fuori dal settlement agreement. La UEFA, poco fa, ha comunicato l’uscita del club nerazzurro dal regime transattivo. Una notizia importante per la società di Milano, che adesso si può considerare in linea con i parametri del ‘Fair Play Finaziario’.

Per il ‘Biscione’ è stata fondamentale la qualificazione in Champions League dello scorso anno. Così come lo è anche quest’anno, che la squadra di Luciano Spalletti è molto vicina a conquistare. Con l’aumento degli introiti, l’Inter ha potuto chiudere questo percorso del settlement agreement in maniera positiva. Adesso, che può raggiungere la massima competizione europea per il secondo anno di fila, avrà maggior libertà per gli investimenti.

I nerazzurri avevano raggiunto l’accordo con l’UEFA nel maggio del 2015. In questi anni sono stati rispettati i patti, ma ci sono voluti quasi quattro anni per poter arrivare a questo punto. In casa Milan il rapporto con l’organo europeo resta ancora tutto da definire. Si attendono ancora risposte per quanto riguarda le eventuali sanzioni sul mercato e non solo. Ecco perché Ivan Gazidis, Leonardo e Paolo Maldini insistono sull’importanza della qualificazione in Champions League. Con il quarto posto, le “trattative” sarebbero più semplici. Ma tutto dipende dalla Juventus

 

Redazione MilanLive.it