Tiémoué Bakayoko Alessio Romagnoli Gianluigi Donnarumma
Donnarumma e Romagnoli abbracciano Bakayoko (©Getty Images)

MILAN NEWS – Oggi pomeriggio, alle ore 18, a San Siro si gioca per ottenere un piazzamento Champions League che non sembra più così utopico per i colori rossoneri.

Il Milan sfida il già retrocesso Frosinone e deve assolutamente portare a casa i tre punti se vuole nutrire fino all’ultimo la speranza di rientrare fra le prime quattro in classifica e ritornare, dopo più di 5 anni di assenza, a giocarsi la coppa dalle grandi orecchie.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

La cosa più paradossale, sottolineata oggi dalla Gazzetta dello Sport, è che i calciatori più rappresentativi e costosi del Milan attuale non hanno mai disputato la Champions nella loro carriera. Basti pensare a Gianluigi Donnarumma, portiere titolare della Nazionale italiana che ha già sfidato selezioni del calibro di Francia, Germania o Inghilterra ma che non ha mai calcato il palcoscenico europeo più importante.

Oppure Alessio Romagnoli, considerato tra i centrali italiani più forti con zero presenze in Champions finora. Idem per Jesus Suso, il quale neanche ai tempi di Liverpool poté esordire nella prestigiosa competizione, o Krzysztof Piatek che in realtà soltanto da pochi mesi è divenuto un nome intrigante per il calcio internazionale.

L’inesperienza di questi quattro moschettieri del Milan, motivatissimi a raggiungere il piazzamento Champions, è contro-bilanciata da gente come Abate, Rodriguez, Bakayoko o Borini che invece di coppe europee si intendono, eccome. Ma più che la militanza in passato servirà la voglia e la cattiveria giusta per rientrare definitivamente nel circolo del calcio che conta.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it