Home Milan News Milan, sì all’esclusione dall’Europa League: i dettagli

Milan, sì all’esclusione dall’Europa League: i dettagli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:58
Ivan Gazidis leonardo Paolo Maldini
Ivan Gazidis con Paolo Maldini e Leonardo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Questa volta il Milan è pronto a rinunciare all’Europa per il fair play finanziario, ma amesso che si tratti di Europa League e non di Champions in caso di buone notizie nell’ultimissimo weekend di Serie A.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, è soprattutto questa la novità principale rispetto a un anno fa. Anche perché – assicura il quotidiano – è ancora forte in casa rossonera la sensazione di autogol per l’andamento della prima condanna della Camera Giudicante sulle violazione del fairplay finanziario 2014-17. A fine giugno 2018 l’UEFA aveva infatti escluso il Milan dall’Europa League, salvo poi un dietrofront grazie al ricorso milanista al Tas di con un torneo poi conclusosi prematuramente nella fase a gironi. Nel frattempo però la seconda pronuncia della Camera Giudicante, arrivata a dicembre, ha peggiorato la situazione imponendo al club di Via Aldo Rossi di raggiungere il “breakeven” di bilancio entro il 2021, pena l’esclusione dalle coppe europee 2021-22 o 2022-23. Se il Milan avesse accettato la prima sanzione, la pratica sarebbe già chiusa.

Elliott Management Corporation quindi prova a non ricommettere lo stesso errore, ma solo nel caso in cui la squadra di Gennaro Gattuso non si qualificasse per la massima competizione europea. Perché in caso di Champions sarebbe impensabile rinunciare al palcoscenico e soprattutto al suo ricco montepremi. Più facile accettare il semaforo rosso per l’ex Coppa Uefa. Ma richiederebbe una procedura particolare, ossia uno strumento tecnicamente riconosciuto come “consent award”. Si tratterebbe di un’intesa che arriverebbe in ambito Tas, con una transazione tra le parti da certificare davanti agli arbitri di Losanna: in questa mediazione, potrebbe entrare l’accettazione della squalifica dall’Europa League oltre alle limitazioni di un settlement agreement. Sullo sfondo, in tutto ciò, c’è uno spettatore particolarmente interessato: il Torino, pronto a usufruire dell’eventuale casella che il Milan lascerebbe libera.

 

 

Redazione MilanLive.it